• Come difendere la tua privacy su Facebook: 3 consigli

    Vuoi controllare quali app Facebook hanno l’accesso ai tuoi dati personali? Vorresti limitare la privacy dei post o delle immagini che pubblichi su Facebook? Ecco 3 consigli fondamentali per riprendere il controllo della tua vita digitale e difendere la tua privacy su Facebook.

    È di queste ore la notizia secondo cui l’agenzia di analisi Cambridge Analytica ha utilizzato i dati, le preferenze e le informazioni di milioni di utenti Facebook per “pilotare” il voto durante le elezioni presidenziali americane del 2016 (per intenderci, quelle in cui ha vinto Donald Trump).

    A causa di questo increscioso incidente, il titolo Facebook a Wall Street sta affondando come la Concordia, tra l’imbarazzo e la paura dei passeggeri.

    Sulle bacheche del famoso social azzurro, anche qui in Italia, serpeggia la paura.

    C’è chi dice che hanno tracciato tutti i like che abbiamo messo alle immagini con scritto “Amen. Condividi!!11!” senza condividere e ne pagheremo le conseguenze.

    C’è chi dice che ci hanno spiati e manderanno a nostra moglie il video fatto con a webcam mentre chattavamo con delle presunte modelle moldave su Messenger.

    C’è chi, invece:

    Prima di lasciarci prendere dell’isteria di massa e ricorrere a misure drastiche quali chiudere il proprio account Facebook, disinstallare la app e dare fuoco al cellulare, potremmo cominciare ad applicare qualche piccola contromisura molto semplice che magari non spegnerà del tutto lo sguardo indiscreto del Grande Fratello, ma di certo ci aiuterà a difendere almeno i dati più sensibili.

    Ecco 3 consigli fondamentali per riprendere il controllo della tua vita digitale e difendere la tua privacy su Facebook.

    1. Le app di Facebook

    Giochini, quiz, test psicologici, ma anche siti di offerte, grandi marchi della moda, piattaforme di blogging e siti.

    Vorresti accedere ad un contenuto, ma ecco che spunta la finestra pop-up che ti avvisa quali informazioni personali potrà estorcerti lo sviluppatore di quella app per fornirti in cambio la ghiotta occasione di sapere a quale star di Hollywood somiglia la tua foto profilo.

    È chiaro che, dopo qualche volta che hai visto la famosa finestrella, clicchi su Accetta senza neanche leggere se stai cedendo informazioni sul tuo orientamento politico, le foto di tua nonna o la tua primogenitura.

    Ed è proprio così che Cambridge Analytica è riuscita ad ottenere tutti i dati che hanno dato il via alla spirale di sfortunati eventi del Facebook Gate: chiedendoli.

    Nello specifico sviluppando una semplice app-quiz che tracciava un profilo psicologico dell’utente in base ad un test, thisisyourdigitallife.

    Come fare a limitare i danni?

    se possibile, evita di accedere a quiz, test, giochini e scherzi, che a volte possono portare anche ad altre sgradevoli conseguenze, come l’esaurimento del credito sul cellulare

    fidati solo delle app che fanno capo a ditte “conosciute”, a grandi marchi o siti di cui sei certo… anche se non è detto che così facendo sarai al sicuro.

    controlla periodicamente quali app stanno “ciucciando” i tuoi dati.

    Dal tuo pc, clicca sulla freccina in alto a destra e seleziona “Impostazioni”.

    Impostazioni Facebook Desktop

    Poi, sulla colonna sinistra, clicca su “App”.

    Impostazioni Facebook App privacy mobile

    Comparirà l’elenco delle app che hanno avuto l’accesso ai dati del tuo profilo. Da questo elenco, cliccando sull’icona a forma di matita Facebook icona modifica accanto al nome di un’app, potrai modificare i permessi che hai fornito alla app sui tuoi dati.

    Impostazioni Facebook App privacy

    Se non vuoi far sapere a nessuno che utilizzi quell’app, ti basta selezionare “Solo io” Facebook impostazioni privacy visibilità solo io come livello di Visibilità dell’Applicazione.

    Se clicchi sul segno di spunta Facebook icona segno di spunta potrai revocare uno specifico permesso a quell’app. Se il segno di spunta è offuscato Facebook icona segno di spunta disabilitata, vuol dire che per funzionare quell’app ha necessità di quel permesso e se vorrai continuare ad utilizzarla dovrai per forza cedere quei dati.

    Se ci sono delle app che non usi più, che non ti interessano o che manco ti ricordi di aver accettato, rimuovile subito cliccando sull’icona a forma di X Facebook icona elimina


    Puoi eseguire la stessa procedura anche da cellulare: per accedere al menu “Impostazioni”, clicca sull’icona a forma di 3 linee Icona Impostazioni Facebook mobile e poi clicca su “Impostazioni account”.

    Impostazioni Facebook account menu mobile

    Poi clicca su “App”

    …e avrai la schermata di riepilogo delle applicazioni usate.

    Facebook impostazioni privacy app da mobile

    Cliccando sulla singola applicazione potrai revocare permessi e cambiare le impostazioni della privacy come preferisci.

    Se preferisci una soluzione “drastica” ma non vuoi rinunciare ad avere un account Facebook, puoi disabilitare del tutto la possibilità di accedere alle app di Facebook.

    Partendo sempre dalla schermata delle impostazioni app, basta cliccare sul pulsante “Modifica”, nella sezione “Applicazioni, siti Web e plugin”:

    Applicazioni Siti web e plugin impostazioni Facebook

    Puoi farlo anche con la app Facebook su mobile: sempre dalla schermata delle impostazioni app, accedi alla sezione cliccando su “Piattaforma” Facebook impostazioni piattaforma App e poi su “Modifica”.

    Impostazioni Facebook Piattaforma App

    2. Le impostazioni della privacy di Facebook

    Sempre accedendo al menu Impostazioni di Facebook, potrai controllare delle utilissime impostazioni che ci dicono molto su chi, cosa e come può vedere le nostre cose.

    In particolare, puoi modificare il livello di visibilità dei tuoi post e foto:

    Facebook come limitare la visibilità di post e immagini

    Puoi evitare che gli altri vedano la tua lista di amici:

    Facebook impostazioni della visibilita della lista amici

    Puoi limitare le richieste di amicizia da parte di perfetti sconosciuti:

    Facebook limitare richieste di amicizia

    Se poi clicchi su “Diario e aggiunta tag”, troverai molte impostazioni utili per evitare che amici troppo “avidi” ti riempiano il diario di tag “pubblicitari” o che amici troppo “indiscreti” ti tagghino su quella imbarazzantissima foto scattata ad una maratona alcolica la sera di San Patrizio…

    Impostazioni Facebook Privacy controllo tag

    Infine, per bloccare molestie richieste di app, insistenti inviti ad eventi da parte di amici, o fastidiosi messaggi privati, fatti un giro sulla sezione Blocco Facebook privacy blocco: scoprirai come mettere a tacere tutte le notifiche più seccanti in pochi clic 😉

     

    Le stesse impostazioni sono disponibili anche sulla app mobile di Facebook, cliccando sempre sulle 3 linee Icona Impostazioni Facebook mobile e poi su “Impostazioni account”:

    3. La regola numero 1 dei social network

    Qual è la miglior strategia per non far conoscere a nessuno quella informazione che non vorresti mai che si venisse a sapere, quella foto che se la vede tua mamma sei finito, quella tua opinione che se il tuo datore di lavoro venisse a saperla saresti licenziato in tronco?

    Semplice: non pubblicarla su Internet.

    Né su Facebook, né su Twitter, né sul forum dei nerd appassionati di retrogaming che conta 9 persone di cui solo 5 attivi.

    Se proprio l’informazione è riservatissima, neanche su Whatsapp o via messaggi privati.

    Internet è un pozzo nero in cui la pubblicità della tua attività commerciale può affogare inesorabilmente e non essere vista da nessuno *; ma paradossalmente è in grado di diffondere su scala planetaria qualunque informazione tu voglia mantenere riservata. Specialmente se è imbarazzante, ridicola o pruriginosa.

    Quindi, quando vuoi che una cosa rimanga riservata, semplicemente evita di renderla pubblica.

    Iscriviti alla Newsletter
    Un ultimo consiglio "bonus": se vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti su sicurezza web, social, ma anche web-marketing e blogging, iscriviti alla newsletter enzalafrazia.it. Riceverai tutto in anteprima, direttamente nella tua casella di posta elettronica. Tranquillo, niente spam!

    Condividi per stare al sicuro: questo articolo NON È un’informazione riservata ;D

    Ciriciao gente!

    Enza

    Vuoi dire la tua? Commenta

    Se vuoi dire la tua, lascia un commento.

    Se sai come si fa, puoi usare questi tag e attributi HTML:

    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 


    • Agm dice:Rispondi
      4 aprile 2018 alle 0:20

      Intensa riflessione. Grazie

    Un breve riepilogo
    Come difendere la tua privacy su Facebook: 3 consigli fondamentali
    Titolo articolo
    Come difendere la tua privacy su Facebook: 3 consigli fondamentali
    Descrizione
    Vuoi controllare quali app Facebook hanno l'accesso ai tuoi dati personali? Vorresti limitare la privacy dei post o delle immagini che pubblichi su Facebook? Ecco 3 consigli fondamentali per riprendere il controllo della tua vita digitale e difendere la tua privacy su Facebook.
    Autore
    Organizzazione
    Enza La Frazia
    Logo