Categoria: Business e produttività - EnzaLaFrazia.it

Questa sezione del blog è dedicata agli articoli con tema “Business e produttività”, in particolare su come lanciare il tuo business online, come aumentare la produttività e migliorare la motivazione.

  • 4 consigli per il digital detox e per evitare la dipendenza dai social network

    4 consigli per il digital detox e per evitare la dipendenza dai social network – Seconda Parte

    Temi anche tu la “dipendenza da social network”? Non c’è bisogno che cancelli i tuoi account sui social media, ti perderesti tutti i loro lati positivi! Ecco 4 consigli per usare i social media senza temere per la propria salute.

    Sempre più persone si stanno allontanando dai social network perché temono seriamente per la propria salute mentale.

    Ormai è assodato che abusare dei social network sia nocivo per l’umore, per la concentrazione, ma anche per la corretta espressione di scelte politiche, per le ricadute sulla società… Ma questo non significa che i social media siano luoghi di perdizione o strumenti demoniaci.

    Sono appunto strumenti, se usati correttamente offrono vantaggi enormi. Ne ho parlato nella prima parte di questo articolo, che ti invito a leggere se non l’hai già fatto. Se sei un imprenditore o un professionista, per il bene del tuo business, non puoi farne a meno, perché sono uno dei veicoli più importanti per il corporate e personal branding.

    E allora come fare a “usare bene i social network”? Io ho una mia formula che cerco di applicare ogni giorno: se continuerai con la lettura, potrò darti qualche dritta.Leggi tutto

  • Controlliamo i social network o ne siamo controllati

    Controlliamo i social network o ne siamo controllati? – Prima parte

    Il documentario di Netflix “The Social Dilemma” ha risvegliato negli utenti dei social network la paura di esserne controllati ed essere vittime di una “intossicazione digitale”. E tu che ne pensi del digital detox?

    Ma controlliamo i social, o siamo controllati dai social?
    Questa domanda me l’hanno fatta non so quante volte. E dopo l’uscita del docu-film Netflix “The Social Dilemma”, la preoccupazione è cresciuta.

    Lo scenario proposto dal film è catastrofico: persone “zombificate” dallo smartphone, masse pilotate nelle loro scelte politiche, ragazzi in crisi d’astinenza dal web come eroinomani all’ultimo stadio.

    Ma come stanno davvero le cose? I social sono strumenti del demonio? Dobbiamo imbracciare i forconi? Prima di cominciare a riempire le molotov, facciamo il punto della situazione e cerchiamo di guardare alla vicenda con razionalità ed obiettività.

    Leggi tutto

  • 5 consigli per un business online al femminile

    5 consigli da donna a donna per un business online al femminile

    Sei un’imprenditrice o una professionista e vorresti portare il tuo business sul web? Oppure stai creando proprio ora il tuo business online? Ecco 5 consigli da donna a donna per intraprendere nel migliore dei modi questa strada e raggiungere i tuoi obiettivi… abbattendo gli stereotipi di genere.

    Siamo tutti un po’ abituati ai titoli del tipo: “Italia ultima al mondo per…”, “All’Italia va il primato negativo del…”, “Italia fanalino di coda per…”.

    Ma questa notizia, come donna, mi brucia ancora di più: una ricerca di Equileap finanziata dalla Commissione Europea ha stilato una classifica delle società quotate nelle principali Borse Europee per parità tra uomini e donne, basandosi su 19 criteri (tra cui numero di donne impiegate, divario retributivo tra uomini e donne e politiche anti-molestie). Le aziende Italiane hanno una gender equality del 42%. Non male, penserete. Eh, no!

    Le altre Nazioni Europee ci superano: la Germania raggiunge il 44%, la Spagna il 46%, la Svezia il 49% e i cugini francesi raggiungono un ragguardevole 52%.

    Ma il dato più preoccupante è un’altro: le aziende italiane hanno sì integrato le donne nella propria forza lavoro, ma presentano delle preoccupanti barriere all’accesso ai ruoli dirigenziali: solo il 12% dei capi azienda sono donne e solo il 18% sono dirigenti.

    Non esagero quando dico che si tratta di un dato preoccupante: rispecchia un’antica e pericolosa convinzione che vorrebbe le donne relegate a un ruolo di comprimarie nel business.

    Ma cosa possiamo fare noi donne per rovesciare queste convinzioni?

    Ho già scritto un articolo che parla della mia personale esperienza con il gender gap nel mio settore; credo che la cosa migliore che possiamo fare è mettere in gioco noi stesse e la nostra passione come professioniste, imprenditrici, specialiste, anche utilizzando il web e l’internet marketing per emergere e competere.

    Hai mai pensato di abbracciare il cambiamento e presentare la tua professionalità su Internet?Leggi tutto

  • Usare i contributi dello Stato per rilanciare l'impresa attraverso l'ecommerce: Intervista ad Angelo Calò

    Usare i contributi dello Stato per rilanciare l’impresa attraverso l’ecommerce: Intervista ad Angelo Calò

    Esistono tante vie per reperire fondi da destinare all’aumento dei tuoi guadagni attraverso l’ecommerce. In questa intervista ad Angelo Calò, Commercialista e Consulente aziendale esperto in Marketing e Comunicazione d’impresa, tutte le indicazioni per accedere ai contributi statali post-lockdown.

    Nel periodo di rallentamento e incertezze successivo al lockdown, le piccole e medie imprese investono sul mercato digitale: come già evidenziato in un mio precedente articolo, secondo una ricerca ISTAT del dicembre 2019, le vendite online hanno avuto una crescita del 38%. E ti dirò di più: durante il lockdown i clienti del commercio elettronico sono triplicati e, secondo una ricerca Netcomm, cresceranno del 55% nel corso del 2020.

    È chiaro quindi che la scelta di puntare sul digitale potrebbe rivelarsi quella vincente per risollevare un’economia provata da uno stop di più di 2 mesi. Ma come possiamo ricavare un piccolo risparmio per investire nel digital marketing e nella creazione di un brand su internet quando ci tocca fronteggiare mesi di perdite?

    Ho voluto girare questa domanda ad Angelo Calò, Commercialista e Consulente aziendale esperto in Marketing e Comunicazione d’impresa e specializzato nell’aiutare imprese e liberi professionisti che versano in una situazione di difficoltà.

    Leggi tutto

Torna in cima